Colesterolo alto: quale sport o attività fisica lo fa abbassare?

L’attività fisica non serve solo per tenersi in forma e sviluppare i muscoli ma ha una notevole importanza anche per tenere a bada il colesterolo alto. Lo sport, insieme a una dieta e agli alimenti corretti, ne fa abbassare i valori totali portandoli a quelli ottimali. Quello ‘cattivo’ (LDL) insieme alla sedentarietà può causare cardiopatie ischemiche: la mancanza di movimento è il quarto fattore di mortalità a livello globale perché causa anche tumori e diabete. Tutte le occasioni sono buone per muoversi, non è necessario sottoporsi per forza a stressanti sedute in palestra: qualsiasi attività che consenta di avere “il fiatone”, cioè avere l’affanno, contribuisce a mantenere il proprio fisico in salute perché aumenta la frequenza cardiaca.

Quindi, ad esempio, fa bene anche ballare o fare le scale.

Quale sport fa abbassare il colesterolo?

Per abbassare il colesterolo non è necessario praticare attività fisiche stressanti.

Bastano infatti alcuni minuti di attività aerobica e anaerobica al giorno per attivare il proprio organismo affinché i valori del colesterolo buono nel sangue aumentino: l’HDL infatti è coinvolto nel trasporto del colesterolo dai tessuti al fegato, dove poi viene smaltito.

Anche il sovrappeso e l’obesità hanno il loro ruolo nella formazione di patologie gravi a carico non solo del sistema cardiovascolare ma anche, ad esempio, della cistifellea (per la formazione di calcoli) oltre sovraccaricare ossa e articolazioni con tutto ciò che ne consegue. Le indicazioni dell’OMS per dimagrire e abbassare il colesterolo alto sono semplici: 30 minuti al giorno di attività fisica aerobica moderata o 60 minuti di attività da moderata ad alta nel caso vi sia necessità anche di perdere peso.

Anche quando il colesterolo LDL è già alto è bene garantirsi almeno 30 minuti al giorno di attività fisica per 5 giorni alla settimana. Secondo l’American Hearth Association, una scelta ancora migliore è arrivare a 40 minuti al giorno: in questo modo, infatti, si ridurrebbe significativamente il rischio di infarto e ictus. In questo caso l’attività aerobica, di intensità moderata-alta, può essere abbinata a un allenamento di forza a sua volta di intensità moderata-alta. 

L’attività fisica aiuta a prevenire e a combattere i problemi associati a livelli troppo elevati di colesterolo nel sangue. Il merito è soprattutto della sua capacità di aumentare il cosiddetto colesterolo buono, quello che promuove l’eliminazione del colesterolo dall’organismo. Non tutte le attività fisiche valgono allo stesso modo però.

Lotta al colesterolo con l’attività fisica

L’attività fisica aiuta a prevenire e a combattere i problemi associati a livelli troppo elevati di colesterolo nel sangue. Tuttavia non tutti i tipi di esercizio sono efficaci allo stesso modo. 

Già da quando si esce di casa al mattino inoltre basta ricordarsi di eseguire almeno 10 minuti consecutivi di ‘movimento’ prendendo le scale al posto dell’ascensore oppure recandosi al lavoro con i mezzi anziché in auto. In linea generale, l’attività fisica raccomandata settimanalmente corrisponde a 150 minuti e può essere anche una bella camminata a passo veloce per almeno mezz’ora. Per chi preferisce un vero e proprio sport aerobico, quelli più adatti per abbassare il colesterolo sono corsa, ciclismo, nuoto abbinati a due sessioni a settimana di allenamento anaerobico (es.esercizi in palestra basati sulla forza) che tiene a bada la pressione sanguigna.

 

Il NATALE è una fantastica occasione per regalare il BENESSERE a chi ami.. Approfitta della promozione WELLNESS EXPERIENCE

 



Chiama Ora