Forza fisica = Forza mentale?

C’è una nuova e semplice soluzione per migliorare la salute cognitiva? Forse sì. Alcuni ricercatori inglesi hanno scoperto che le persone con forza maggiore nella presa tendono ad avere cervelli più sani.

In questo ampio studio, sono stati condotti dei test su 475.397 partecipanti tra i 37 e i 73 anni di età. In particolare, si sono valutati i risultati su test di forza palmare messi a confronto con test cognitivi su tempi di reazione, memoria visiva, memoria numerica, memoria prospettica e ragionamento.

A ogni partecipante è stato richiesto di sottoporsi a test di forza per entrambe le mani usando un dinamometro manuale idraulico. I test sono stati condotti in un centro di valutazione della U.K. Byobank. Ogni partecipante ha in seguito eseguito una valutazione di 15 minuti al computer per ogni parametro cognitivo.

L’analisi dei dati ha mostrato come la forza nella presa fosse positivamente e significativamente associata con ogni misura cognitiva. La forza nella stretta ha dimostrato di essere significativamente e positivamente associata con la memoria visuale e il tempo di reazione anche su 1162 soggetti addizionali affetti da schizofrenia.

Quindi, può l’allenamento per l’incremento della forza palmare portare a cervelli più sani?

Gli autori dello studio non ne sono sicuri e suggeriscono che ulteriori studi sono raccomandabili per trovare la risposta. Tuttavia, dicono che allenarsi in sala pesi non è una cattiva idea – specialmente per chiunque abbia invalidità cognitive.

“Questo studio affronta la forte possibilità che gli esercizi di allenamento peso possano davvero migliorare sia le funzioni fisiche che mentali delle persone in determinate condizioni,” ha dichiarato l’autore dello studio Joseph Firth, Dottore e ricercatore alla Western Sydney University. Lo studio è apparso in Schizophrenia Bulletin(2018; doi.org/10.1093/schbul/sby034).