Soggiorno Eden in Sicilia all’Isola delle Femmine 18/25 Settembre

Isola delle Femmine: mare e natura in un’oasi di tranquillità della Sicilia

Tra le spiagge della Sicilia più belle quelle di Isola delle Femmine meritano un posto d’onore per bellezza e contesto: il comune infatti vive tra due riserve naturali, e le vacanze al mare qui sono allo stesso tempo attive e rilassanti. E il fascino cresce se si scopre la leggenda dietro al nome.

Le spiagge di Isola delle Femmine sono l’attrazione più importante del posto. Il comune infatti rappresenta un’alternativa molto meno caotica alla vicina Mondello, più rinomata per la vita notturna. Il turismo di Isola delle Femmine richiama in particolar modo quelli che dalle vacanze al mare ricercano pace e quiete, oltre che un mare pulito. La spiaggia della costa di Capaci è costituita di sabbia bianca e finissima, e il mare aperto permette alle correnti di pulire le acque garantendo quel particolare colore turchese che tanto piace ai bagnanti di queste parti.

L’isolotto stesso che dà il nome al comune è un’oasi di verde e tranquillità a poca distanza dalla costa. Quel pezzo di terra emersa che ha ispirato tante leggende oggi è la Riserva Naturale Orientata Isola delle Femmine salvaguardata dalla Lipu, la Lega Italiana Protezione Uccelli. Questo perché l’isola, non essendo abitata, viene utilizzata da numerose specie di uccelli migratori che sostano qui nel loro volo tra l’Africa e il Nord Europa. Si possono ammirare poiane, falchi pellegrini, cormorani, martin pescatori, aironi cenerini. I volatili passeggiano indisturbati sull’isola che, sempre grazie all’assenza dell’uomo, si è arricchita di una flora diversificata con diverse piante endemiche. Allo stesso modo le acque dell’isola sono pulite e cristalline, popolate da un’abbondante fauna marina.

Per questo motivo la riserva dell’Isola delle Femmine attrae gli amanti del sub e del diving. Le immersioni in queste acque garantiscono una visione chiara di pesci e coralli rossi, mentre la macchia di posidonia oceanica colora il fondo. Ma c’è di più: i fondali di Isola delle Femmine e dintorni sono un vero e proprio patrimonio archeologico. Qui si trovano infatti resti di tutti i tipi, da reperti dell’età greca e romana, a ritrovamenti più recenti. Un esempio molto popolare è il relitto Junkers-52, la carcassa di un aereo tedesco trimotore affondato nel 1942 nella vicina baia di Sferracavallo.

isola-delle-femmine

SOGGIORNO IN SICILIA SETTEMBRE 18/25

Isole delle Femmine Hotel Saracen

Volo aereo, Fronte mare, rinnovato e con servizio cucina d’ecce- zione!

PREZZO ADULTI  860 euro 

Prenotazione:

Nominavo senza impegno entro 31 marzo

Chiama Ora